• Marketing Unisolar Group

Come risparmiare sui consumi domestici in estate?

Sette consigli per non trovare sorprese in bolletta durante la stagione più calda


Durante la stagione estiva il consumo di energia elettrica aumenta sensibilmente. Il maggiore indiziato è sicuramente il caldo, che fa aumentare lo sforzo dei propri elettrodomestici. Basti pensare che durante l’estate, un frigorifero aumenta i propri consumi fino al 40% ed un condizionatore incide per circa il 10% sulla spesa annua dell’energia elettrica.


Sostenibilità e consumi devono andare di pari passo per permettere al consumatore di beneficiare di tali dispositivi restando ecologici e al contempo non trovare sorprese in bolletta.

Dal guardare la TV con la luce accesa al partire per le vacanze lasciando il frigo troppo pieno o troppo vuoto, i nemici estivi del risparmio ci colgono spesso impreparati.

Cosa fare allora per provare a risparmiare?


1) Migliora l'isolamento termico.

In una casa il risparmio energetico è reso possibile innanzitutto con la riduzione della dispersione di energia. In tal senso è consigliabile controllare e, se necessario, migliorare l’isolamento termico delle mura, del tetto e del pavimento, soprattutto in edifici di vecchia costruzione.


2) Utilizza degli infissi isolanti.

In una casa green, ricoprono un ruolo molto importante perché completano l’isolamento termico dell’edificio. Con infissi che impediscono le dispersioni termiche, si garantisce la massima efficienza dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento degli ambienti domestici.


3) Spegni luci ed elettrodomestici quando non ti servono.

Un altro consiglio su come risparmiare energia elettrica è quello di sostituire le lampadine incandescenti con lampade di nuova generazione e di accenderle solo quando effettivamente servono. Le luci a LED producono la stessa quantità di luce ed evitano il surriscaldamento degli ambienti, perché non generano calore.


4) Spegni tutti i dispositivi quando non li usi e staccali dalla presa. Gli elettrodomestici consumano energia anche quando sono in stand-by e producono calore.


5) Ottimizza le funzioni del climatizzatore.

Prediligi il funzionamento in modalità deumidificazione, in questo modo aumenti la sensazione di benessere perché elimini l’umidità in eccesso, senza consumare troppa energia. Fai attenzione alla temperatura, per evitare sprechi la differenza tra temperatura esterna e temperatura interna desiderata deve essere inferiore ai 8°C.

Controlla sempre che non ci siano oggetti come tende o mobili, che ostacolano il flusso dell’aria. Evita di porre nelle immediate vicinanze del condizionatore un elettrodomestico che produce molto calore (es. lavatrice, forno, lavastoviglie), altrimenti rischi che la temperatura percepita dalle sonde sia falsata e il condizionatore continua a funzionare al massimo della potenza.

Se devi acquistare un nuovo condizionatore, scegline uno in classe energetica elevata (almeno A++ o superiore), in questo modo ti assicuri prestazioni eccezionali e un risparmio considerevole sui costi della corrente elettrica. Un condizionatore in classe energetica A+++ può consumare il 40% in meno rispetto a uno in classe B.

I migliori condizionatori sono quelli che sanno garantirti il massimo comfort con consumi ridotti e zero sprechi, come i condizionatori a tecnologia inverter, che adattano la loro potenza in base al reale fabbisogno energetico.


6) Scegli il sole come fonte di energia.

Sfrutta la luce naturale, quando possibile, limitando al massimo l’utilizzo dell’energia elettrica. Per ridurre sensibilmente i costi legati al funzionamento del condizionatore un'altra soluzione è quella di farlo funzionare gratis con l'energia autoprodotta dall'impianto fotovoltaico.

Attraverso i pannelli fotovoltaici, infatti, puoi generare energia elettrica per gli usi domestici senza doverla prelevare dalla rete. Puoi anche collegare all'impianto fotovoltaico un sistema di accumulo per incrementare ancora di più la quota di autoconsumo. Con le batterie, che immagazzinano l'energia elettrica prodotta dai pannelli durante il giorno, hai energia a disposizione anche di sera o di notte così da beneficiare di aria fresca gratuita in qualsiasi momento della giornata.

Fino al 31 dicembre è possibile approfittare delle detrazioni fiscali e risparmiare fino al 65% sui costi del condizionatore.

La domotica è sicuramente una delle migliori soluzioni per contrastare l’aumento dei costi energetici. Grazie al controllo da remoto, al monitoraggio dei consumi ed alla possibilità di programmarne il funzionamento, le smart plug o prese WiFi sono dei validi alleati nella lotta ai consumi.


7) Usa uno smart meter. Uno smart meter è un dispositivo in grado di collegarsi al quadro elettrico e monitorare i consumi dei singoli prodotti. In questo modo, è possibile ottimizzare l’utilizzo dei propri elettrodomestici, facendo un favore sia alle proprie tasche con un risparmio sino al 20% annuo, che all’ambiente.


Ovviamente, risparmiare sulla bolletta energetica significa ottimizzare i consumi e ridurre gli sprechi.

Risparmiare, dunque, è spesso sinonimo di tutela dell’ambiente e di uno stile di vita eco-sostenibile, temi come non mai attuali.

11 visualizzazioni0 commenti