top of page

Come pulire i pannelli solari fotovoltaici

Vantaggi di una corretta pulizia dei pannelli solari


Il pannello solare fotovoltaico si deterge anche con i fenomeni atmosferici come la pioggia e la neve ma ciò non è sufficiente per la sua completa pulizia.

Una pulizia degli impianti a pannelli solari fotovoltaici eseguita in modo periodico e organizzato aumenta la resa energetica, portando a una crescita della produzione di energia elettrica pari a un più 30%.

Gli agenti atmosferici inquinanti che si depositano sui pannelli solari fotovoltaici come lo sporco degli uccelli, i fumi, le polveri, lo smog, i pollini e altri, vanno a diminuire l’esposizione all’irraggiamento solare, pertanto è consigliato eseguire con periodicità la pulizia degli impianti, in modo da eliminare dalla superficie dei pannelli questi elementi che riducono il funzionamento stesso del pannello fotovoltaico, diminuendo la produzione di energie elettrica.

La corretta detersione di un pannello fotovoltaico è un’attività particolarmente delicata da svolgere, vista la specifica tecnologia con cui è realizzato, e richiede l’impiego di attrezzature che siano idonee allo scopo e non lo danneggino in alcun modo, quindi è fondamentale non trascurare questo aspetto.


Indice:


Pulizia pannelli fotovoltaici: come e ogni quanto bisogna farla


Pulizia fotovoltaico: come farla?

Per pulire un impianto fotovoltaico esistono due modi:

  1. Fai da te

  2. Affidarsi a professionisti

Per lavare delicatamente i pannelli fotovoltaici, occorre utilizzare dell’acqua demineralizzata e PURA al 100% unitamente a macchine idro pulitrici e kit per la pulizia dei pannelli fotovoltaici ma se non fosse sufficiente, perché lo sporco è particolarmente ostinato, è consigliabile utilizzare un apposito detergente delicato e antistatico, cioè che crea una pellicola protettiva che permette all’acqua piovana di scivolare e consente a non fare depositare sul pannello sostanze grasse come lo smog o altri residui organici.

E’ comunque importante non lasciare alcun alone dopo la pulizia, poiché gli stessi aloni limitano, seppur di poco, l’assorbimento delle radiazioni solari.


Questo procedimento è più adatto per impianti di piccole e medie dimensioni. Mentre per impianti fotovoltaici di medie e grandi dimensioni, si consiglia l’impiego di robot pulizia pannelli fotovoltaici di ultima generazione.

E’ assolutamente da evitare l’utilizzo di detergenti domestici, di diluenti a base di sostanze aggressive per lavare i pannelli fotovoltaici. Creerebbero dei gravissimi danni alla superficie del pannello fotovoltaico.


Pulizia fotovoltaico: ogni quanto farla?


Non c’è una regola precisa. Si consiglia di eseguire una pulizia generale una volta l’anno.

E’ sicuramente preferibile compierla al verificarsi di eventi straordinari.

La frequenza di pulizia di un impianto fotovoltaico può aumentare anche secondo la posizione dello stesso.

Ad esempio è possibile fare da due a tre operazioni di pulizia l’anno per impianti posti nei pressi di una zona industriale, del mare, di un camino, in una zona ventosa o gli abitanti esposti alla sabbia vulcanica durante il periodo delle eruzioni. A loro è consigliato fare una pulizia dei pannelli non appena si placa l’evento.


Pulizia fotovoltaico: il momento migliore per farla?


Il consiglio è di portare a termine le operazioni di pulizia in giorni non troppo caldi, se si può alle prime ore del mattino quando il pannello è ancora freddo; o nei periodi lontani dalle piogge, per garantire una maggiore resa dell’operato.


Quali sono i vantaggi della pulizia professionale dei pannelli fotovoltaici


I moduli monocristallini sono composti di cristalli in silicio, la cella fotovoltaica, materiale semiconduttore, è collegata elettricamente in serie grazie a un filamento a base di argento, il tutto coperto da un vetro temprato con rifascio in alluminio e, pertanto, importante utilizzare prodotti e attrezzature di altissima qualità. Lo sporco sarà rimosso mediante l’uso di tecniche che eviteranno il rischio di corrodere gli elementi e che ottimizzeranno il tempo dell’intervento.

In molti casi, l’impianto è collocato in punti molto alti e raggiungerlo per una pulizia amatoriale può essere rischioso, per questo motivo è fondamentale rivolgersi direttamente a dei professionisti.

I professionisti per la pulizia dei pannelli si occuperanno di:

  • Ispezionare l’impianto e programmare l’intervento;

  • Utilizzare attrezzature sicure, prodotti specifici, efficaci e di alta qualità;

  • Svolgere la pulizia dei componenti dell’impianto con precisione e accuratezza.

Un impianto fotovoltaico correttamente pulito ha una durata più lunga e sarà maggiormente performante.

Tale operazione consiste in passaggi non così semplici da effettuare e, proprio per questo motivo, si consiglia sempre di evitare le operazioni fai da te. Il rischio di rovinare l’impianto o di non eseguire una pulizia corretta è molto elevato.


La presenza di sporco e di residui che si depositano sui pannelli fotovoltaici arriva a ridurre le prestazioni dell’impianto anche del 30%.


Anche la stessa pioggia, rischia di essere portatore per depositi e frammenti che non aiutano di certo a migliorare le prestazioni.


Rivolgersi a un servizio professionale competente che possa completare il lavoro in poco tempo e in modo ottimale è sempre la soluzione ideale, e soprattutto si evitano seri rischi di danneggiare l’impianto fotovoltaico garantendoti un’autonomia energetica che non ha prezzo!




91 visualizzazioni0 commenti
bottom of page